2 ottobre festa dei nonni custodi dell’infanzia

cropped-mam_logo1.jpgCari genitori,

il network fa gli auguri a tutti i nonni, angeli custodi della famiglia e a conclusione di un’importante giornata vuole stimolare la riflessione sulla conciliazione dei tempi di vita per la donna.

E’ il 2005 l’anno in cui con la legge 159 del 31 luglio, si istituisce la festa dei nonni, il 2 ottobre, come momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale.

E allora, oggi, qual è la condizione della famiglia italiana e quale ruolo svolgono i nonni? Secondo lo studio europeo Share  (Share: The Survey of Health, Ageing and Retirement in Europe) del 2011, l’Italia è il paese dove il 33% dei nonni si prende cura quotidianamente dei nipoti, contro l’1,6% della Danimarca o il 2,9% della Svezia.

Ma siamo anche il paese dove, secondo l’Istat, l’età media è destinata a crescere. Nel 2015 gli over 65 sono il 22% della popolazione contro il 14% di giovani di età compresa tra 0 e 14 anni.

La maggiore presenza di anziani, benché possa rappresentare una risorsa per la cura dei bambini, espone soprattutto le donne a un impegno di cura gravoso e sempre più prolungato nel tempo, che può mettere a repentaglio percorsi lavorativi e scelte di vita, riflettendosi negativamente sul benessere individuale e familiare.

È infatti il dossier di Cittadinanza attiva a rilevare come, in Italia, lo Stato e i comuni non riescano a sostenere le famiglie nella cura dei figli soprattutto appena nati . La copertura degli asili nido, anche aggiungendo i servizi integrativi, rimane fortemente inadeguata. L’obiettivo fissato dall’Europa nel 2002, da raggiungere nel 2010, era pari al 33% ma ancora oggi l’Italia arriva a malapena alla metà.

E’ cresciuta la presenza delle donne nel mercato del lavoro, anche se il tasso di occupazione femminile In Italia è pari solo al 47%, nell’Unione Europea precediamo solo l’Ungheria e Malta. L’asilo nido è uno degli strumenti indispensabili per una coppia di lavoratori che non voglia rinunciare ad avere figli non avendo nonni a disposizione.

E allora lunga e sana vita ai nonni!!

Rispetto al 1998 cresce la quota di bambini di 3-10 anni che giocano con i genitori, con i nonni e con i coetanei. Emerge che mentre solamente il 18% circa dei nipoti non viene mai affidato ai nonni, il 31% lo è in modo intenso e sistematico e il 9% dei bambini passa con i nonni i periodi di vacanza, ed eventualmente viene accudito da loro anche in altre situazioni occasionali nel resto dell’anno.

Allora oggi abbiamo scelto di intervistare una donna, mamma di 3 figli e nonna del network, impegnata nella cura e assistenza quotidiana di 7 nipoti e a Stefania chiediamo:

Come vivi il tuo ruolo di nonna?

Tra pochi giorni compirò 70 anni e sono già nonna da dodici. Adoro stare con i miei nipoti anche se il maggiore senso di responsabilità che ho verso di loro rispetto a quello che avevo nei confronti di miei figli fa sì che sia sempre un po’ più vigile e attenta, e questo mi toglie un po’ di serenità, cerco comunque sempre di giocare con i più piccoli di portarli al parco, con i grandi invece rivesto il ruolo di accompagnatrice, di autista , di insegnante ma anche di loro confidente. Ascoltare le loro piccole preoccupazioni, partecipare alle loro gioie mi da una spensieratezza e felicità che poi mi caricano per affrontare i momenti meno belli della vita. Certo in alcuni momenti dovendo anche assolvere al ruolo di compagna arrivo a sera un po’ stanca e non proprio con tutta l’energia necessaria a concludere la giornata…….inforco però i più rassicuranti dei sorrisi e subito eccomi donna del proprio compagno

Come ti dedichi e organizzi il tuo tempo tra tanti nipoti?

Ho stabilito una tabella di marcia; con le mie figlie abbiamo deciso in quali giorni prendere chi e cerchiamo il più possibile di rispettare questo calendario,Per me ho sempre libero il fine settimana e tranne emergenze (febbri, assenze da scuola) tutte le mattine

I nipoti trascorrono le vacanze con te?

Si ,da quando chiudono le scuole, vista l’insufficienza di corsi estivi alternativi , devo essere a disposizione dei nipoti . Se le famiglie sono numerose (almeno due figli) come nel mio caso non sempre c’è la possibilità economica per iscriverli ad attività ricreative estive.

Vivi in una metropoli, Roma, quali sono i servizi che la tua città offre per i bambini?

Pochi e di solito non bene organizzati .Solo alcuni ma in questo caso molto cari offrono alternative più valide sia da un punto di vista didattico che organizzativo

Pensi che i comuni e lo Stato sostengano la rete familiare?

Assolutamente no l’unica eccezione la fa alcune volte la Parrocchia

Come donna come hai vissuto la condizione di mamma?

Bene perchè facevo un lavoro che mi permetteva di seguire i miei figli.

E di nonna?

E’ certamente un po’ più faticoso ma cerco di dare una mano ai miei figli proprio lì dove la scuola non è sufficiente.

Credi che oggi sia più semplice o più difficile per una donna conciliare i tempi professionali con quelli familiari?

Sicuramente molto più difficile ,la donna oggi deve necessariamente contribuire al mantenimento della famiglia , io ho continuato a lavorare pur con tre figli perchè mi potevo permettere di avere un aiuto in casa e il mio stipendio non sarebbe stato indispensabile se non avssi potuto lavorare.

Cosa pensi, se lo pensi, di aver sacrificato della tua vita per i figli prima e i nipoti poi?

Sacrificato nulla perchè mi riempiono la vita, poi ad una riflessione più attenta direi che ho sacrificato molto della carriera e degli interessi ; ma questo penso sia di tutte le donne.

Hai avuto modo di sentire il dibattito sulla campagna del Ministero della Salute sulla fertilità, cosa consiglieresti alle istituzioni per favorire la natalità e sostenere il welfare familiare?

E’ inutile dire che sono assolutamente insufficienti le strutture di sostegno alle giovani coppie, mancano asili nido, periodi di sospensione dal lavoro per madri e padri dico padri lavoratori, senza che questo venga penalizzato.

Grazie Stefania, grazie a tutti i nonni che ogni giorno contribuiscono al sostegno della famiglia!

Stay tuned!

 

Annunci

Informazioni su mammaiutamamma

MammAiutaMamma il Network: lasciate che le donne si parlino
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in MammAiutaMamma Net. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...